Home Page Sede e Informazioni Iscrizioni e Assicurazioni Dirigenti Regolamento delle gite News Indirizzi utili Link Contatti
CAI Sarzana
  Vai al sito Facebook del C.A.I. Sarzana Vai al sito Facebook del C.A.I. Sarzana
  Escursionismo Escursionismo
  Corso Escursionismo Avanzato Corso Escursionismo Avanzato
  Sentieri e Tracce GPS Sentieri e Tracce GPS
  Ciaspolatori Ciaspolatori
  Alpinismo Giovanile Alpinismo Giovanile
  Speleologia Speleologia
  Gruppo micologico e naturalistico Gruppo micologico e naturalistico
  Terre Alte Terre Alte
  Mountain Bike Mountain Bike
  Sci Alpino Sci Alpino
  Scuola Sci Escursionismo Scuola Sci Escursionismo
  CORSO DI ORIENTEERING CORSO DI ORIENTEERING
  Coro Sezionale Coro Sezionale
  Gruppo sentieri Gruppo sentieri
  Gruppo Fotografico Gruppo Fotografico
  TAM - Tutela Ambiente Montano TAM - Tutela Ambiente Montano
  Schede Tecniche Schede Tecniche
Newsletter
 
Colline di Genova e Appennino Tosco-emiliano - Da Campi a Castelletto attraverso i Forti di Genova – 22 Marzo 2015

 

forti di Genova sono un insieme di fortificazioni militari risalenti a diverse epoche, che la Repubblica di Genova edificò a difesa del territorio urbano del capoluogo ligure nel corso della sua storia. I progetti di edificazione vennero inoltre ripresi e utilizzati In epoca napoleonica risorgimentale e durante la prima e la seconda guerra mondiale.
 
Questo sistema difensivo scandisce gli eventi di buona parte della storia cittadina, quasi a punteggiare la complessa teoria delle sette cinte murarie che si sono sovrapposte nel tempo. Fra queste, le mura sei-settecentesche  che cingono ancora oggi a corona le alture che costituiscono il primo contrafforte dell'ormai prossimo Appennino Ligure e rappresentano la più lunga cinta muraria dopo la Grande Muraglia cinese.
 
COMITIVA UNICA (E)
Da Campi, che raggiungeremo con il trenino Genova-Casella (se in esercizio) ci avviamo verso il crinale imboccando la Via dell’Acquedotto, nel punto dove si scollina, sulla destra, inizia il sentiero propriamente detto. Percorrendo, prima in leggera salita e poi a stretti tornanti l’ampia dorsale, ben presto si raggiunge la caratteristica sagoma del Forte Diamante, che costituisce il punto più alto dell’escursione.
 
Proseguiamo lasciando alle nostre spalle il Forte Diamante e scendiamo sul versante sud su un capolavoro di arte militare, ovvero sui 14 tornanti che costituivano la strada di accesso al forte, per dirigerci verso il Forte Fratello Maggiore. A breve distanza, sulla destra, guardando il mare, ci sono i Forti Fratello Maggiore e Minore. Percorrendo, a mezza costa, il versante sud della spalla su cui si trovano i cosiddetti “Forti Fratelli”, ci riportiamo sul crinale e raggiungiamo il Forte Puin.
 
Lasciamo il Forte Puin camminando su un’agevole carrareccia e   proseguiamo puntando dritto verso il Forte
 
Siamo ormai nelle vicinanze di Genova. Infatti, da questo punto in avanti, si prosegue su strada asfaltata verso il Forte Castellaccio, proseguendo lungo la Via del Peralto, costeggiando le antiche mura per alcune centinaia di metri fino a raggiungere la funicolare Zecca-Righi, termine della gita.
 
Itinerario:          Campi 360m – Forte Diamante 667m – Forte Fratello Maggiore 633m e Fratello Minore 622m – Forte Puin 508m – Forte Sperone 489m – Forte Castellaccio – Righi 302m
 
Dislivelli e tempi: Salita mt. 650, discesa mt. 700 – Ore di cammino: 4,00/4,30
 
Direttori di gita: L. Veneri  (347.4450847), G. Nicolini (333.8098602), G. Amore
 
Orario di partenza:      Sarzana ore 7.30


 

 

 
Archivio Escursionismo
 
Archivio anno 2018 -->
Archivio anno 2017 -->
Archivio anno 2016 -->
Club Alpino Italiano - Sezione di Sarzana - Piazza Firmafede 13 - 19038 Sarzana (SP) - Italy - caisarzana@libero.it
  Amministrazione - Credits 

Sito Valido! CSS Valido!