Home Page Sede e Informazioni Iscrizioni e Assicurazioni Dirigenti Regolamento delle gite News Indirizzi utili Link Contatti
CAI Sarzana
  Vai al sito Facebook del C.A.I. Sarzana Vai al sito Facebook del C.A.I. Sarzana
  Escursionismo Escursionismo
  Sentieri e Tracce GPS Sentieri e Tracce GPS
  Ciaspolatori Ciaspolatori
  Alpinismo Giovanile Alpinismo Giovanile
  Speleologia Speleologia
  MODULI PRIVACY RINNOVO E NUOVO SOCIO 2019 MODULI PRIVACY RINNOVO E NUOVO SOCIO 2019
  Gruppo micologico e naturalistico Gruppo micologico e naturalistico
  Terre Alte Terre Alte
  Sci Alpino Sci Alpino
  Scuola Sci Escursionismo Levante Ligure Scuola Sci Escursionismo Levante Ligure
  CORSO DI ORIENTEERING CORSO DI ORIENTEERING
  Coro Sezionale Coro Sezionale
  Gruppo sentieri Gruppo sentieri
  Gruppo Fotografico Gruppo Fotografico
  TAM - Tutela Ambiente Montano TAM - Tutela Ambiente Montano
  Schede Tecniche Schede Tecniche
Newsletter
 
APPENNINO TOSCO-EMILIANO - CIASPOLATA AL RIFUGIO “CITTA’ DI SARZANA - 24 FEBBRAIO 2019

Questa “ciaspolata” ha per meta il Rifugio “Città di Sarzana” al quale, anche se, dal 1 Marzo 2009 non è più della Sezione (ceduto al Parco dell’Appennino a seguito della sua ricostruzione), al quale ci lega un legame affettivo, dovuto al lavoro e alla fatica di quanti vi hanno profuso sudore e tempo libero per la sua costruzione.

L’itinerario proposto, a differenza delle altre volte, non segue la via solita per il rifugio, ma percorre un giro inedito che, dalle “Quattro Fagge” si dirige alla “Selva” e al ritorno, passa dalle amene praterie innevate dei “Laguestri”.

 

 COMITIVA UNICA (E) attrezzatura obbligatoria: Ciaspole, ARTVA, Pala e Sonda

Cai sarzana e cai spezia

 

Dal ponte che attraversa il torrente Enza in prossimità della diga del Lago Paduli, si sale brevemente al bivio in corrispondenza di un cippo con immagine votiva. Imbocchiamo il sentiero di sinistra che con moderata pendenza si inoltra nella fitta faggeta cedua in direzione NE.

La boscaglia si dirada in corrispondenza di alcuni prati innevati, coperti in estate da arbusteti di mirtilli. Giunti a un’ampia radura (le “quattro fagge”), lasciamo il sentiero per il Rifugio per seguire il segnavia 653 che, in falsopiano, si dirige all’ampia sella fra il Monte Fugacciaro e la quota 1511, fino a giungere alla località “La Selva”.

Qui finisce “la pacchia”, nel senso che imboccato il sentiero 657, saliamo lungo le pendici della Costa     Gonella fino ad arrivare al Lago Gora e al piccolo Lago Gonella. Superato il lago, il pendio si addolcisce, dandoci un po’ di respiro, per poi portarci, con un’ultimo strappo, al rifugio “Città di Sarzana”, dove possiamo, finalmente, “tirare un po’ il fiato”.

Dal rifugio, saliti di pochi metri, incominciamo a scendere, con il segnavia 659, in direzione della Diga del Lagastrello. Dopo aver superato “la ripida”, abbandoniamo il sentiero per dirigerci verso gli ameni prati innevati dei Laguestri, dove ritroviamo il sentiero 653, che, seguendolo a sinistra, ci porta al sentiero 653° che scende sulla destra, oltrepassa la radura meta di campeggi estivi ed arriva a sbucare al cippo con immagine votiva toccato all’andata e, in breve, al ponte sull’Enza.

 

tinerario:

Diga Lago Paduli 1150m – “Quattro Fagge” 1350m “La Selva” 1250m  – Rif.“Città di Sarzana al Lago di Monte Acuto 1580m – I “Laguestri” 1350m ca – Diga Lago Paduli 1150m.

Dislivelli:

Salita e discesa mt. 550m 

Tempi: Ore di cammino: 4,30/5

Accompagnatori di Escursione CAI SARZANA:

N. Giannini (338.9081568) 

M. Sarcinelli (347.7032513)

 

Referente CAI SPEZIA:

D. Malatacca


Orario di partenza:

Sarzana. Ore 8,00

Archivio anno 2017 -->
Archivio anno 2016 -->
Archivio anno 2015 -->
Club Alpino Italiano - Sezione di Sarzana - Piazza Firmafede 13 - 19038 Sarzana (SP) - Italy - caisarzana@libero.it
  Amministrazione - Credits 

Sito Valido! CSS Valido!